Il Premio Nobel per l’Economia 2018 è stato assegnato a William Nordhaus e Paul Romer
Blog / Economia / in Evidenza / Il Premio Nobel per l’Economia 2018 è stato assegnato a William Nordhaus e Paul Romer
Il Premio Nobel per l’Economia 2018 è stato assegnato a William Nordhaus e Paul Romer

Il Premio Nobel per l’Economia 2018 è stato assegnato a William Nordhaus e Paul Romer

BlogEconomiain Evidenza

Il premio Nobel per l’Economia 2018 è stato assegnato a William D. Nordhaus e Paul M. Romer per i loro studi sui rapporti tra cambiamento climatico, nuove tecnologie e andamenti macroeconomici. La premiazione è stata annunciata questa mattina poco prima delle 12 dall’Accademia reale delle Scienze di Svezia a Stoccolma, in Svezia. Tecnicamente, non si tratta di un Nobel vero e proprio, ma del “Premio della Banca di Svezia per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel”.

Nordhaus è autore di molti libri, a cominciare dal manuale di economia scritto insieme al premio Nobel Paul Samuelson. Il libro è alla 18ª edizione ed è stato tradotto in almeno 17 lingue. Ha scritto numerosi libri sul riscaldamento globale e sui cambiamenti climatici, uno degli temi principali su cui si è concentrata la sua ricerca, incluso Managing the Global Commons: The Economics of Climate Change e Warming the World: Economic Models of Global Warming (with Joseph Boyer). Nel 1972 Nordhaus, con James Tobin, ha pubblicato Is Growth Obsolete?, un articolo che ha introdotto le misure del benessere economico come primo modello di sostenibilità economica.

Romer ha 60 anni. È un economista americano, imprenditore, attivista e professore di economia, alla Stern School of Business della New York University. Di recente ha espresso la sua teoria sul sistema economico e sociale delle città “illuminate” del domani. “Illuminate” non solo perché la sua value proposition parte da un’immagine di studenti sotto un lampione e da una fotografia della terra di notte vista da una stazione della NASA.

 

Daniele Dell'Orco
Daniele Dell'Orco

Daniele Dell’Orco è nato nel 1989. Laureato in Scienze della comunicazione presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. È direttore editoriale dei magazine online Cultora e Nazione Futura. È stato editorialista per La Voce di Romagna e dal 2015 è collaboratore del quotidiano Libero. Ha scritto “Tra Lenin e Mussolini: la storia di Nicola Bombacci” (Historica edizioni) e “Non chiamateli kamikaze“ (Giubilei Regnani). Dal 2015 è co-fondatore e responsabile dell’attività editoriale di Idrovolante Edizioni.

Commenti

Newsletter

Articoli Recenti

Il Centro Studi è un luogo d’incontro e di confronto per quanti credono nel decisivo valore dell’impegno personale, sociale e culturale una zona franca libera da vincoli e dall’imposizione dei “pensieri dominanti”.

Newsletter