Febbre da Bitcoin: in Italia si moltiplicano i bancomat. In Slovenia preparano già lo shopping con criptovalute
Blog / Economia / in Evidenza / Febbre da Bitcoin: in Italia si moltiplicano i bancomat. In Slovenia preparano già lo shopping con criptovalute
Febbre da Bitcoin: in Italia si moltiplicano i bancomat. In Slovenia preparano già lo shopping con criptovalute

Febbre da Bitcoin: in Italia si moltiplicano i bancomat. In Slovenia preparano già lo shopping con criptovalute

BlogEconomiain Evidenza

Arriva nel centro commerciale La Grande Mela di Verona il primo bancomat locale per acquistare bitcoin con i contanti, posizionato all’interno di una galleria commerciale. Si tratta di un Chainblock Atm e consentirà agli “otto milioni di visitatori annuali del centro commerciale di accedere in maniera semplice al mondo dei bitcoin e delle criptovalute”. Lo rende noto Chainblock, primo operatore in Italia di bancomat bitcoin, presenti già nelle principali città del paese (Milano, Torino, Firenze e Roma). Nel corso dei prossimi due anni sono previste altre installazioni in 50 gallerie commerciali italiane, grazie alla collaborazione con Didit, società che opera nei principali shopping center italiani nel campo della comunicazione multimediale.

Al momento sono già 31 le grandi città italiane ad avere un bancomat per le criptovalute, più del 70% delle installazioni sono nel Nord Italia. Al mondo, gli sportelli attivi sono 3430. I bancomat consentono non solo di acquistare la criptovaluta più quotata, appunto il “Bitcoin (BTC)”  ma anche altre criptovalute come Ethereum e Litecoin e nel prossimo futuro Dash e Zcash.
Il procedimento per l’acquisto è semplice: basta scaricare l’App per iOS o Android per il Wallet Bitcoin, tra queste Bread Wallet, Airbitz, Copay, BitPay, avvicinarsi al bancomat e seguire le istruzioni di acquisto sullo schermo. Tutto avviene secondo gli standard di legge attraverso il riconoscimento dell’utente KYC (know your customer), anti riciclaggio (AML- Anti money laundering) e antiterrorismo con una connessione diretta dei database OFAC.

Visti i vantaggi di una procedura di acquisto del genere (è immediata, semplice, diretta e tramite transazioni in contanti) le prospettive di espansione delle installazioni potrebbero presto assumere contorni inimmaginabili, anche per l’Italia. Già la vicina Slovenia, per dire, ha annunciato che il suo più grande centro commerciale, BTC City, inizierà ad accettare i pagamenti in criptovalute.Pertanto, ogni negozio e impresa situata all’interno del centro commerciale accetterà la criptovaluta e opererà tramite tecnologia blockchain. Il complesso è situato nella capitale del paese di Lubiana e ha oltre 500 negozi al dettaglio. I dettagli riguardanti il ​​nuovo approccio del centro al Bitcoin sono guidati da Fintech Eligma.

Il sistema di transazioni di criptovaluta di Eligma Elipay viene installato in diversi negozi. In tutta la struttura ci sono anche diversi ATM bancomat a criptovaluta a senso unico, insieme al Blockchain Think Tank e quello che i dirigenti chiamano il più grande impianto di criptazione in Slovenia.

I dirigenti di BTC City hanno detto a Bitcoin Magazine che sperano che Bitcoin City possa dare vita a nuove imprese che spingono lo spazio criptovaluta verso il territorio mainstream e portano a ulteriori sviluppi blockchain.

Daniele Dell'Orco
Daniele Dell'Orco

Daniele Dell’Orco è nato nel 1989. Laureato in Scienze della comunicazione presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. È direttore editoriale dei magazine online Cultora e Nazione Futura. È stato editorialista per La Voce di Romagna e dal 2015 è collaboratore del quotidiano Libero. Ha scritto “Tra Lenin e Mussolini: la storia di Nicola Bombacci” (Historica edizioni) e “Non chiamateli kamikaze“ (Giubilei Regnani). Dal 2015 è co-fondatore e responsabile dell’attività editoriale di Idrovolante Edizioni.

Commenti

Newsletter

Articoli Recenti

Il Centro Studi è un luogo d’incontro e di confronto per quanti credono nel decisivo valore dell’impegno personale, sociale e culturale una zona franca libera da vincoli e dall’imposizione dei “pensieri dominanti”.

Newsletter